Matera-Cosenza 16-17 (3-2)

Lega Italiana Calcio Professionistico

Campionato Lega Pro Girone C 2016-2017

3°Giornata Domenica 11 Settembre 2016 ore 20:30

Stadio XXI Settembre”Salerno Franco”Matera

Matera-Cosenza

 

 

Matera:Bifulco-Mattera-Ingrosso-De Franco-De Rose-Armellino-Do Lorenzo-Carretta-Infantino-Strambelli-Casoli A disposizione:D’Egidio-Scognamillo-Piccinni-Lauzada-Iannini-Sartore-Meola-Gigli-Negro Allenatore:Auteri Gaetano

Cosenza:Perina-Pinna-Capece-Tedeschi-Blondett-Caccetta-Gambino-Cavallaro-Statella-Mungo-Madrigali A disposizione:Saracco-Corsi-Meroni-Appiah-Bilotta-Collocolo-Ranieri-Filippini Allenatore:Roselli Giorgio

Arbitro:Pillitteri Luigi di Palermo

1°Assistente:Cipressa Alessandro di Lecce

2°Assistente:Selicato Sante di Siena

Risultato:3-2

Marcatori:

29°P.T. Infantino 1-0 Matera

03°S.T. Mungo 1-1 Cosenza

07°S.T. Autorete Ingrosso su tiro di Pinna 1-2 Cosenza

26°S.T. Negro 2-2 Matera

49°S.T. Autorete Tedeschi su tiro di Negro 3-2 Matera

Sostituzioni:

22°S.T. esce Armellino entra Iannini Matera

22°S.T. esce Strambelli entra Negro Matera

30°S.T. esce Cavallaro entra Corsi Cosenza

33°S.T. esce Carretta entra Lauzada Matera

39°S.T. esce -mungo entra Appiah Cosenza

Ammoniti:

37°P.T. Mungo (Cosenza)

10°S.T. De Rose (Matera)

49°S.T. Negro (Matera)

49°S.T. Pinna (Cosenza)

Angoli:7-4

Recupero:0 Minuto nel Primo Tempo e 4 Minuti nel Secondo Tempo

Spettatori:Spettatori 2606(100 ospiti)paganti incasso non comunicato

Nota1:Terreno di gioco in buone condizioni

Nota 2:Matera in Campo con La Maglia di colore Bianco Azzurra,Pantaloncini e Calzettoni di Colore Blù,Cosenza in campo con La Maglia di colore Bianca con due strisce orizzontali Rosso e Blù,pantaloncini e Calzettoni di colore Bianco.

Cronaca

Il Matera passa in vantaggio con merito al 94′con una rete fortunosa di Negro,su decisiva deviazione di Tedeschi.Il Cosenza chiude il primo tempo sotto di un gol per la prodezza di Infantino alla mezzora,ribalta la gara in tre minuti ad inizio ripresa con Mungo e Pinna,ma poi si arrende alla doppietta di Negro che fa volare il Matera nelle zone alte della classifica.Per il Cosenza seconda sconfitta consecutiva.Il Matera ha meritato di vincere la gara che ha condotto dal 1 al 90′ contro il Cosenza che come al solito,si sono limitati a difendere tutti dietro la linea della palla provando solo a colpire in contropiede nonostante Roselli dal primo minuto abbia schierato Cavallaro,Mungo e Gambino.Troppa la superiorità numerica in mezzo al campo del Matera che sin dai primi minuti si è insediato nella metà campo del Cosenza, iniziando a tessere fitte trame di passaggi con la speranza di trovare qualche pertugio nella stretta difesa dei lupi che schieravano Madrigali per la prima volta centrale al fianco di Tedeschi,con Blondett spostato sulla destra.C’è voluto un gran Gol di Infantino al 29°del primo tempo per sbloccare la gara.Il Cosenza ha la bravura ed un pizzico di fortuna nel concretizzare in 3 muniti due palle gol e ribaltare la gara.Al 48°Mungo su passaggio di Caccetta è bravo ad avanzare di qualche metro e scaraventare in porta un destro radente dai 25 metri sul quale Bifulco si lascia sorprendere.Passano solo tre minuti e i rossoblu ribaltano la gara.Angolo battuto dalla destra,De Franco allontana di testa ma al limite arriva Pinna che scaglia un sinistro potente che colpisce Ingrosso e manda la palla in rete.Cosenza avanti che sfiora il tris con Cavallaro sul quale questa volta è bravissimo Bifulco a deviare il tiro dell’attaccante.In pratica la partita del Cosenza finisce qui perché se da una parte Auteri è bravo a indovinare le sostituzioni sopratutto con l’inserimento di Negro,dall’altra i rossoblu si arroccano ancora di più in difesa rinunciando alla manovra e vengono puniti dai lucani che invece attaccano a testa bassa.Proprio il nuovo entrato Negro prima raddrizza la gara al 71° intercettando in modo fortuito un cross di Carretta dalla destra,poi è fortunato nel trovare la deviazione decisiva di Tedeschi che spiazza Perina.Non c’è nemmeno il tempo di mettere il pallone al centro del campo che il signor Pillittieri fischia la fine.Ma passiamo alla cronaca.Al 1°Ci prova il Matera con Infantino dalla distanza ma il tiro è debole e nessun problema per Perina che blocca a terra.Al 3°Ancora padroni di casa in avanti.Cross di Carretta dalla sinistra e botta al volo di Mattera appostato sul secondo palo,murato da Tedeschi.Al 9°Errore di Blondett in disimpegno,ne approfitta Infantino che verticalizza per Carretta che entra in area e calcia forte sul primo palo,Perina respinge con le gambe in angolo.Al 12°Angolo battuto dalla destra dal Cosenza,pallone rinviato sui piedi di Capece che calcia dai 30 metri ma il pallone finisce fuori.Al 13°Cross dalla sinistra di Pinna per Caccetta che si allunga ma non arriva sul pallone che però finisce dove c’è Gambino che tutto solo colpisce di testa ma Bifulco para miracolosamente.Al 23°velocissimo contropiede del Cosenza concluso da Cavallaro che prova il destro a giro dal limite,deviato in angolo dalla difesa lucana.Al 29°Il Matera passa in vantaggio con un gran gol di Infantino che riceve palla sull’out di destra e da posizione defilata non ci pensa due volte e lascia partire un tiro micidiale che colpisce la traversa e si insacca alle spalle di Perina.Al 31°Ci prova Cavallaro dopo una punizione battuta da Mungo ma il Tiro è da dimenticare finisce altissimo.Al 32°Cosenza pericoloso con Caccetta che servito da Blondett calcia di piatto da buona posizione ma il tiro è debole e Bifulco para.Al 35°pallone in area per Infantino,lasciato tutto solo in area,che in scivolata colpisce il pallone ma la sfera finisce alta.Al 37°viene ammonito Mungo per un fallo su De Rose.Al 39° Strambelli prova dalla distanza ma il suo tiro esce di poco alto sulla traversa.Finisce cosi il Primo Tempo senza minuti di recupero.La ripresa inizia senza cambi da ambo le squadre.Al 46°palla che arriva ad Infantino che da dentro l’area di rigore si gira e conclude verso la porta di Perina,pallone alto.Al 48°Caccetta ruba palla a De Rose che serve Mungo, l’attaccante del Cosenza avanza di qualche metro e lascia partire un destro micidiale e radente dai 25 metri che si insacca alla sinistra di Bifulco.Al 52°angolo battuto dalla destra,De Franco allontana di testa,la palla arriva a Pinna che dal limite dell’area lascia partire un sinistro violento e teso che con la deviazione di Ingrosso buca Bifulco e porta in vantaggio il Cosenza.Al 55°viene Ammonito De Rose.Al 60°ci prova Infantino che conclude dal limite senza centrare lo specchio della porta.Al 62°Cosenza vicino al tris con Cavallaro che sfrutta una sponda di testa di Gambino,entra in area e conclude di sinistro verso la porta,Bifulco respinge di pugno.Al 66°Tiro di Strambelli dalla distanza, pallone in tribuna.Al 67°doppio cambio per il Matera,fuori Strambelli e Armellino dentro Negro e Iannini.Al 71°Negro impatta in modo abbastanza fortuito un cross dalla destra di Carretta e batte Perina riportando il match in parità.Calciatori del Cosenza che protestano ritenendo che il pallone messo in area da Carretta sia uscito fuori dal campo,ma la terna arbitrale non è dello stesso avviso e convalida la rete.Al 74°Sventola di Negro dal limite,Perina si allunga e devia in angolo.Al 75°primo cambio della gara per il Cosenza,Fuori Cavallaro e dentro Corsi.Al 78°ultimo cambio in casa Matera,esce Carretta entra Louzada.Al 83°Roselli effettua il suo secondo cambio,Esce Mungo entra Appiah.Al 85°Pericolo in area Cosenza con Casoli che dalla destra mette un pallone pericolo in area sul quale non arriva per un soffio Negro.Al 89°Colpo di testa di Iannini su angolo,vola Perina e fa sua la sfera.Al 94°il Matera trova la rete della vittoria ancora con Negro che riprende un cross dalla destra e tira verso la porta di Perina beffato da una netta deviazione di Tedeschi che spiazza il numero 1 rossoblu.Al 94° vengoni Ammoniti Pinna per proteste e Negro per essersi tolto la maglietta per l’esultanza al Gol.Finisce cosi 3-2 Per il Matera che ha vinto con pieno merito e trovando il Gol Vittoria negli ultimi secondi di recupero.

11 Settembre 2016 Matera                                                                              Grazioli L.Francesco

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *